Superstudio presenta il Temporary Museum for New Design per il fuorisalone 2010

Torna al Superstudio Più, per il secondo anno, il Temporary Museum for New Design, l’esclusivo polo del design internazionale costruito come un museo dell’eccellenza, per dare spazio ai migliori progetti di grandissimi o significativi nomi, seguendo il concept “meno fiera e più museo”, appunto. Superstudio Più è la storica location da cui tutto ha avuto inizio, il polo della cultura e della qualità, il punto più “hot” del Fuori Salone di via Tortona e dintorni, il centro focale da cui partire per le esplorazioni nel quartiere.
I bianchi edifici di Superstudio Più, suddivisi in ampie “gallery” costruite come gallerie d’arte, ospitano le varie espressioni del nuovo design in cui il prodotto dialoga con la cultura, con l’emozione, con la visione del domani, grazie a layout espositivi esperienziali di forte impatto. Concept e art direction di Giulio Cappellini in collaborazione con Gisella Borioli.


Gli architetti più  brillanti del panorama internazionale sono presenti attraverso collaborazioni con i brand più noti. Qualche nome: Jean Nouvel per Methis, Paola Navone per Barovier&Toso, Marcel Wanders, Matteo Thun, Carlo Colombo, Piero Lissoni, Cristophe Marchand e altri per Alcantara, i fratelli Campana per Veuve Clicquot e per Cosentino, Marc Sadler per Karol, Vicente Garcia Jimenez per Foscarini, Tom Dixon e molti altri.

Un parterre de rois a cui si aggiungono i progetti speciali come l’installazione di fashion-design di otto emergenti curata da Franca Sozzani, il percorso tra i giovani talenti del mondo proposto da Elle Decoration Network, il reality-loft ideato da Diesel in collaborazione con Foscarini, Moroso e Zucchi, la casa di bambola di Nika Zupanc, l’installazione dei Piatti del Cuore 2010 creati da Alessandro Mendini e prodotti da Flaminia per il Comune di Milano.

Importantissima e significativa new entry quella di Flos, che in un padiglione esclusivo di 1.000 mq sviluppa un nuovo concetto stilistico e tecnologico. E che contribuisce alle parti comuni che simulano una landscape del futuro con le straordinarie Arco dei fratelli Castiglioni in formato gigante, come lampioni.

Lascia un commento

diciassette − 2 =