La Mia Lady

La Mia Lady

La_Mia_Lady_Zanuso

Lady… non posso dimenticare il primo momento in cui la vidi.
Ero piccola, avrò avuto quattro o cinque anni. E’ da allora, infatti, che ho iniziato ad accompagnare la mamma nelle consuete visite di Natale. Era il 23 dicembre quando sono andata per la prima volta a casa dello Zio Berto. Zio Berto era un simpatico vecchietto; all’epoca avrà avuto circa settanta anni ma io lo ricordo come la persona più anziana che abbia mai visto. Il suo volto era solcato da lunghe rughe profonde che ai miei occhi di bambina lo facevano assomigliare a uno di quei cani tutto pieghe e grinze. Buffo. In realtà non era mio zio, ma lo zio di tutti… la gente aveva preso l’abitudine di chiamarlo così. E la cosa mi divertiva. Pensavo a questo vecchietto dal volto paffuto e i baffi all’insù come allo zio di tutti i bambini del paese e, complice il periodo natalizio, lo associavo a Babbo Natale.
Anno dopo anno lo trovavo sempre lì, il 23 dicembre, al suo posto, seduto sulla sua fedele poltrona, sprofondato dentro il maglione pesante o, forse, dentro se stesso. Si alzava soltanto per ravvivare il fuoco del caminetto ed era in quel momento che io correvo verso la poltrona per prendere il suo posto. Sprofondavo il viso in quel tessuto morbido e lo accarezzavo. Mi agitavo saltellando come fanno i bambini e, fatto strano, non sentivo le molle come quando saltavo sulla poltrona della nonna, scatenando la sua ira.
Da lì sopra mi sentivo al sicuro, tra la mamma, il focolare e Babbo Natale.
“La mia Lady”, diceva ogni tanto lo Zio e io non capivo a cosa si riferisse. Solo più tardi ho scoperto che Lady era il nome della poltrona e non della misteriosa fidanzata dello Zio. Quante risate quando l’ho confessato alla mamma. E non vi dico la mia sorpresa nello scoprire che anche gli oggetti hanno un nome!
Da quel momento la storica poltrona Lady, icona del design di Marco Zanuso, per me è diventata “la Mia Lady”.

 

Per saperne di più sulla poltrona Lady, leggi anche: Poltrona Lady di Marco Zanuso per Arflex

Disegno: “Lady” di Alessandro Mattia per EYEONdesign

Lascia un commento

19 − quattro =